Ricostruzione post sisma: il progetto “Casa Italia”

Obiettivi, soggetti interpellati e contributo delle professioni tecniche: il progetto per la ricostruzione post sisma Casa Italia in sintesi, a qualche mese di distanza dal suo annuncio

La giornata di un agibilitatore: il fotoracconto da Amatrice
Ponti costruiti con la pasta pugliese: è la Spaghetti Bridge Competition
Il ponte in bambù progettato da Architetti senza Frontiere in Indonesia
Classificazione rischio sismico costruzioni e Sismabonus: operativo decreto e linee guida
Anas cerca ingegneri impiantisti under 40 per le sue gallerie

Il 25 agosto 2016 in concomitanza con la delibera dello stato di emergenza per il terremoto in Italia centrale, il presidente del consiglio indice una conferenza stampa per il progetto “Casa Italia” volto alla messa in sicurezza del territorio italiano. Ovviamente non si poteva prevedere che il progetto avrebbe avuto una portata di responsabilità ancora maggiore in considerazione delle nuove scosse sismiche che hanno colpito i medesimi territori il 26 e 30 ottobre 2016. A distanza di qualche mese, che cosa è diventato Casa Italia? Quali sono gli elementi che vedono il professionista tecnico diretto protagonista?

Cos’è il progetto “Casa Italia”: i suoi obiettivi
Il nome del progetto vuole essere un indicatore sintetico degli obiettivi del progetto promosso dal Governo, ovvero ciascun Comune o entità amministrativa non deve essere a se stante ma far parte di un contesto territoriale in cui si inserisce.
L’Italia deve essere vista come un’unica entità e non un elemento frazionato con realtà, criticità individuali.

Il progetto “Casa Italia” è volto alla cultura della prevenzione, prevedendo sull’intera penisola azioni, ad esempio, di questo tipo:
– incentivi per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati;
– ammodernamento delle costruzioni scolastiche;
– interventi volti al contrasto del dissesto idrogeologico;
– interventi sulle periferie;
– efficienza energetica;
– investimento sulle infrastrutture esistenti e loro digitalizzazione.