Un’esperienza a 360°: salone del Mobile di Milano

Il Salone del Mobile di Milano, giunto alla 57esima edizione, si è confermato l’appuntamento più importante per il mondo dell’arredo e del design rivolto ad aziende, operatori e appassionati del settore. Un primato spiegato quest’anno da un manifesto in otto punti: la grande capacità di impresa, la qualità sostenibile, l’eccellenza del progetto, l’importanza di fare sistema, la valorizzazione del talento dei giovani, l’abilità del sistema di comunicazione, il supporto della cultura e la centralità di Milano.

IL NUOVO BIOCEMENTO CON IL LIEVITO DI BIRRA E SENZA ALLUMINIO

La divisione Bioenergie e il laboratorio Biosicurezza dell’Enea hanno brevettato un nuovo processo per realizzare un cemento con il lievito di birra e l’acqua ossigenata. Il nuovo biocemento che risulta è leggero, più sostenibile e ha elevate proprietà di isolamento termo-acustico e di resistenza al fuoco e lascia inalterate le caratteristiche fisico-meccaniche del cemento tradizionale.

Quali sono le caratteristiche che più di altre ci influenzano per scegliere casa da comprare?

Il processo per scegliere casa da acquistare viene spesso associato a un periodo impegnativo e complicato; spesso però la scelta è guidata da veri e propri “colpi di fulmine”. Per questo Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it) ha chiesto a un campione di 6 mila proprietari utenti del sito quali fossero gli aspetti che più di tutti li hanno portati a scegliere la propria casa invece che un altra. Al primo posto in assoluto quasi un intervistato su due (49,5%) ha indicato la luminosità degli interni come la caratteristica che lo ha fatto propendere per il sì. Quasi a pari merito gli italiani dichiarano di essersi innamorati del quartiere in cui è inserita l’abitazione (49,3%), anche in virtù della vicinanza con i propri punti di riferimento (42,6%).

Investitori stranieri a caccia di trofei immobiliari italiani

In gergo tecnico vengono definiti trophy asset e in Italia si è scatenata una vera e propria caccia da parte di ricchi investitori stranieri che vogliono mettere mano al popolato patrimonio immobiliare di prestigio. Nel mirino ci sono palazzi eclettici, risalenti al ‘900 e caratterizzati da un’architettura eccentrica, palazzi molto antichi e stabili più recenti ma firmati da grandi architetti. A raccontare lo scenario è un articolo pubblicato oggi su Affari & Finanza, dove diversi esperti intervistati raccontano come a puntare al mattone italiano siano attualmente investitori russi, mediorientali e cinesi, fondi sovrani dei Paesi arabi, compagnie assicurative europee e fondi americani di private equity.

E se per vendere casa servisse un buon profumo?

Alcune volte abbiamo accennato al fatto che per vendere una casa si possono trovare molti accorgimenti anche nei più piccoli particolari, come ad esempio gli odori. Se finora quella di diffondere profumi negli immobili, prima di una visita finalizzata all’acquisto, era stata una prerogativa nettamente americana, oggi la moda si sta diffondendo anche in Europa, tanto che in Francia è nata La Guilde, una azienda specializzata in marketing olfattivo.